Cerca nel Blog

L’ETF di VanEck sulle terre rare raggiunge i 100 milioni di dollari

Scritto il alle 08:37 da Redazione

A cinque mesi dal suo lancio a fine di settembre 2021, il VanEck Rare Earths and Strategic Metals UCITS ETF ha raggiunto un patrimonio di 100 milioni di dollari. L’ETF investe a livello globale in società che estraggono e processano le terre rare e i cosiddetti metalli strategici.

“La rapida crescita del nostro ETF dimostra l’interesse da parte degli investitori verso le opportunità di investimento in società i cui prodotti giocano un ruolo chiave nel futuro tecnologico ed ecologico”, dice Martijn Rozemuller, CEO di VanEck Europe. “Le tecnologie moderne come le auto elettriche, le turbine eoliche, i componenti dei satelliti o i microchip sarebbero impensabili senza i cosiddetti metalli strategici, che comprendono le terre rare”.

Queste materie prime svolgono un ruolo importante anche nel settore delle tecnologie cruciali per combattere il cambiamento climatico. Ad esempio, i potenti magneti come quelli utilizzati nelle turbine eoliche o nei motori elettrici richiedono, tra gli altri metalli, il neodimio, appartenente alla famiglia delle terre rare. Il litio è invece una materia prima fondamentale per le moderne batterie impiegate nelle auto elettriche.

Il VanEck Rare Earths and Strategic Metals UCITS ETF a replica fisica comprende una selezione globale di società che generano almeno il 50% dei propri ricavi dal settore delle terre rare e dei metalli strategici. Il portafoglio è ribilanciato su base trimestrale. L’ETF è in accumulazione dei proventi e ha un Total Expense Ratio (Ter) dello 0,59%.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Ra­ting: 0 (Da 0 Voti)
Post Cor­re­la­ti
La­scia un com­men­to

Oc­cor­re aver fatto il Login per in­via­re un com­men­to.

...
Gia­co­mo Set­te­fi­chi

Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
...
Pa­squa­le Ti­to­la­re

E’ ini­zia­ti­va degli ul­ti­mi gior­ni quel­la del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, se­zio­ne di Mi­la­no, che re­ga­la ai nuovi tes­se­ra­ti con meno di 30 anni un bi­gliet­to di in­gres­so gra­tui­to al­l’e­spo­si­zio­ne uni­ver­sa­le. Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni – ac­com­pa­gna­ti o meno dagli edu­ca­to­ri – in­gres­so con scon­ti spe­cia­li.

...
Genny Sa­va­sta­no

Per i soci Mil­le­mi­glia Ali­ta­lia, in­ve­ce, lo scon­to pre­vi­sto è fino al 20%.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
*/ ?>
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

L’ETF di VanEck sulle terre rare raggiunge i 100 milioni di dollari

A cinque mesi dal suo lancio a fine di settembre 2021, il VanEck Rare Earths and Strategic Metals UCITS ETF ha raggiunto un patrimonio di 100 milioni di dollari. L’ETF investe a livello globale in società che estraggono e processano le terre rare e i cosiddetti metalli strategici.

“La rapida crescita del nostro ETF dimostra l’interesse da parte degli investitori verso le opportunità di investimento in società i cui prodotti giocano un ruolo chiave nel futuro tecnologico ed ecologico”, dice Martijn Rozemuller, CEO di VanEck Europe. “Le tecnologie moderne come le auto elettriche, le turbine eoliche, i componenti dei satelliti o i microchip sarebbero impensabili senza i cosiddetti metalli strategici, che comprendono le terre rare”.

Queste materie prime svolgono un ruolo importante anche nel settore delle tecnologie cruciali per combattere il cambiamento climatico. Ad esempio, i potenti magneti come quelli utilizzati nelle turbine eoliche o nei motori elettrici richiedono, tra gli altri metalli, il neodimio, appartenente alla famiglia delle terre rare. Il litio è invece una materia prima fondamentale per le moderne batterie impiegate nelle auto elettriche.

Il VanEck Rare Earths and Strategic Metals UCITS ETF a replica fisica comprende una selezione globale di società che generano almeno il 50% dei propri ricavi dal settore delle terre rare e dei metalli strategici. Il portafoglio è ribilanciato su base trimestrale. L’ETF è in accumulazione dei proventi e ha un Total Expense Ratio (Ter) dello 0,59%.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com