Cerca nel Blog

Arriva il primo ETF legato agli sforzi per la ripresa post Covid

Scritto il alle 17:46 da Redazione

Debutto per il primo ETF per accedere all’asset class rappresentata dai titoli obbligazionari emessi dall’Unione Europea. Si tratta del WisdomTree European Union Bond UCITS ETF (EUBO), quotato settimana scorsa su Borsa Italiana e Börse Xetra e che intende replicare il prezzo e la performance dei rendimenti, al lordo di commissioni e spese, dell’indice iBoxx EUR European Union Select Index. L’indice, ponderato sulla capitalizzazione di mercato, contiene solo bond emessi dall’UE per finanziare il programma SURE, che prevede l’erogazione di titoli fino a 100 miliardi di euro, e l’iniziativa NextGenerationEU da 750 miliardi di euro. Tali strumenti contribuiscono a mitigare i rischi di disoccupazione degli Stati membri dell’UE e a riparare i danni economici e sociali provocati dalla pandemia da coronavirus. L’ETF presenta un expense ratio pari allo 0,16%.
“La crisi provocata dal Covid-19 ha spinto l’Europa a fare fronte comune su diversi temi per affrontare il virus e stimolare una ripresa economica. Le obbligazioni emesse dall’UE potrebbero diventare uno strumento aggiuntivo, liquido e con un rating elevato, in grado di diventare una fetta più ampia nell’ambito dei programmi di acquisto di asset della Banca centrale europea. I bond emessi dall’UE vantano un merito di credito forte e possono aiutare gli investitori a ridurre il rischio di credito dei portafogli, beneficiando al contempo di un rialzo dei rendimenti rispetto ai governativi tedeschi”, rimarca Lidia Treiber, Director, Research di WisdomTree. “Anche se l’offerta di obbligazioni UE aumenterà – prosegue la Treiber – la domanda è stata eccezionalmente alta, con un eccesso di sottoscrizioni per l’emissione primaria ad oggi: ciò è dovuto in parte al fatto che l’Unione Europea sia un emittente di alta qualità ma anche grazie alla dimensione ESG (attenzione alle tematiche ambientali, sociali e di governance) che caratterizza i titoli emessi nel quadro del programma SURE. Ci aspettiamo che questo trend di forte domanda continui una volta avviata l’iniziativa NextGenerationEU”.

Tutte le obbligazioni emesse nell’ambito del programma SURE rientrano nel quadro delle obbligazioni sociali e una parte dei titoli emessi nell’ambito del programma NextGenerationEU potrebbe rientrare nel quadro delle obbligazioni sociali o delle obbligazioni “verdi”.
L’attesa emissione obbligazionaria da parte dell’Unione Europea del valore di 850 mld di euro, secondo quanto indicato dalla Commissione Europea, trasformerà l’UE nel secondo emittente con rating AAA d’Europa. Il bilancio a lungo termine dell’UE per il periodo 2021-2027, insieme al programma NextGenerationEU, rappresenta il più ingente pacchetto di misure di stimolo mai finanziato dal bilancio dell’UE, per un totale di 1800 miliardi di euro.
“Gli ETF consentono di accedere alle strategie obbligazionarie in modo efficiente dal punto di vista dei costi e stanno diventando il veicolo prediletto di molti investitori del segmento – aggiunge Alexis Marinof, Head of Europe di WisdomTree – e questo ETF riflette il nostro approccio allo sviluppo dei prodotti, volto a proporre agli investitori esposizioni uniche, sia che si tratti di essere i primi a lanciare sul mercato o di sviluppare strategie differenziate”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Ra­ting: 0 (Da 0 Voti)
Post Cor­re­la­ti
La­scia un com­men­to

Oc­cor­re aver fatto il Login per in­via­re un com­men­to.

...
Gia­co­mo Set­te­fi­chi

Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
...
Pa­squa­le Ti­to­la­re

E’ ini­zia­ti­va degli ul­ti­mi gior­ni quel­la del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, se­zio­ne di Mi­la­no, che re­ga­la ai nuovi tes­se­ra­ti con meno di 30 anni un bi­gliet­to di in­gres­so gra­tui­to al­l’e­spo­si­zio­ne uni­ver­sa­le. Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni – ac­com­pa­gna­ti o meno dagli edu­ca­to­ri – in­gres­so con scon­ti spe­cia­li.

...
Genny Sa­va­sta­no

Per i soci Mil­le­mi­glia Ali­ta­lia, in­ve­ce, lo scon­to pre­vi­sto è fino al 20%.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
*/ ?>
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Arriva il primo ETF legato agli sforzi per la ripresa post Covid

Debutto per il primo ETF per accedere all’asset class rappresentata dai titoli obbligazionari emessi dall’Unione Europea. Si tratta del WisdomTree European Union Bond UCITS ETF (EUBO), quotato settimana scorsa su Borsa Italiana e Börse Xetra e che intende replicare il prezzo e la performance dei rendimenti, al lordo di commissioni e spese, dell’indice iBoxx EUR European Union Select Index. L’indice, ponderato sulla capitalizzazione di mercato, contiene solo bond emessi dall’UE per finanziare il programma SURE, che prevede l’erogazione di titoli fino a 100 miliardi di euro, e l’iniziativa NextGenerationEU da 750 miliardi di euro. Tali strumenti contribuiscono a mitigare i rischi di disoccupazione degli Stati membri dell’UE e a riparare i danni economici e sociali provocati dalla pandemia da coronavirus. L’ETF presenta un expense ratio pari allo 0,16%.
“La crisi provocata dal Covid-19 ha spinto l’Europa a fare fronte comune su diversi temi per affrontare il virus e stimolare una ripresa economica. Le obbligazioni emesse dall’UE potrebbero diventare uno strumento aggiuntivo, liquido e con un rating elevato, in grado di diventare una fetta più ampia nell’ambito dei programmi di acquisto di asset della Banca centrale europea. I bond emessi dall’UE vantano un merito di credito forte e possono aiutare gli investitori a ridurre il rischio di credito dei portafogli, beneficiando al contempo di un rialzo dei rendimenti rispetto ai governativi tedeschi”, rimarca Lidia Treiber, Director, Research di WisdomTree. “Anche se l’offerta di obbligazioni UE aumenterà – prosegue la Treiber – la domanda è stata eccezionalmente alta, con un eccesso di sottoscrizioni per l’emissione primaria ad oggi: ciò è dovuto in parte al fatto che l’Unione Europea sia un emittente di alta qualità ma anche grazie alla dimensione ESG (attenzione alle tematiche ambientali, sociali e di governance) che caratterizza i titoli emessi nel quadro del programma SURE. Ci aspettiamo che questo trend di forte domanda continui una volta avviata l’iniziativa NextGenerationEU”.

Tutte le obbligazioni emesse nell’ambito del programma SURE rientrano nel quadro delle obbligazioni sociali e una parte dei titoli emessi nell’ambito del programma NextGenerationEU potrebbe rientrare nel quadro delle obbligazioni sociali o delle obbligazioni “verdi”.
L’attesa emissione obbligazionaria da parte dell’Unione Europea del valore di 850 mld di euro, secondo quanto indicato dalla Commissione Europea, trasformerà l’UE nel secondo emittente con rating AAA d’Europa. Il bilancio a lungo termine dell’UE per il periodo 2021-2027, insieme al programma NextGenerationEU, rappresenta il più ingente pacchetto di misure di stimolo mai finanziato dal bilancio dell’UE, per un totale di 1800 miliardi di euro.
“Gli ETF consentono di accedere alle strategie obbligazionarie in modo efficiente dal punto di vista dei costi e stanno diventando il veicolo prediletto di molti investitori del segmento – aggiunge Alexis Marinof, Head of Europe di WisdomTree – e questo ETF riflette il nostro approccio allo sviluppo dei prodotti, volto a proporre agli investitori esposizioni uniche, sia che si tratti di essere i primi a lanciare sul mercato o di sviluppare strategie differenziate”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com