Cerca nel Blog

Cloni su Wall Street e azioni mondo le scelte più gettonate

Scritto il alle 16:53 da Redazione

 

Il mese di ottobre conferma l’ondata di flussi che stanno caratterizzando il mercato globale degli ETF, anche se in rallentamento dopo il boom di settembre.  Gli ETF azionari hanno registrato oltre 24,6 miliardi di euro di net new asset a livello globale. Dall’analisi dei flussi ETF mensili condotta come di consueto da Amundi, emerge che come a settembre, anche il mese scorso gli afflussi sono stati trainati dalle azioni nord-americane con 8,6 miliardi di euro e dalle esposizioni Mondo con 5,3 miliardi di euro.

 

Emergenti unica nota stonata
Anche le esposizioni smart beta e settoriali hanno registrato flussi positivi, con oltre 4 miliardi di euro, così come le esposizioni europee che hanno catturato 2,3 miliardi di euro. Le azioni giapponesi sono tornate in territorio positivo con 3 miliardi di euro, mentre le azioni emergenti hanno continuato a subire deflussi per 597 milioni di euro. Sul fronte del reddito fisso, la raccolta è stata positiva con 20,7 miliardi di euro di net new asset. Le obbligazioni governative sono state le più apprezzate dagli investitori, raccogliendo oltre 7,6 miliardi di euro, seguite dalle obbligazioni Aggregate che hanno registrato afflussi per 6,3 miliardi di euro.

Le tendenze in Europa
A livello europeo, nel mese di ottobre, i flussi netti complessivi si sono attestati a +10,3 miliardi con la fetta maggiore (7 mld) che riguarda l’azionario. Le esposizioni Mondo hanno trainato i flussi nel mese di ottobre, con 2 miliardi di euro, seguite dagli ETF dell’Eurozona con 1,2 miliardi di euro, mentre le esposizioni nord-americane hanno registrato afflussi minori rispetto al mese precedente, pari 384 milioni. Le esposizioni azionarie SRI hanno registrato una raccolta robusta ad ottobre per oltre 1 miliardi di euro. La raccolta degli ETF Smart beta è rimasta stabile nel mese, catturando 68 milioni di euro, con afflussi nelle esposizioni Yield per 448 milioni di euro e 309 milioni di euro nelle esposizioni Value. Gli ETF multifattoriali hanno invece subito deflussi per 229 milioni di euro. Guardando alle esposizioni dei singoli paesi, il Regno Unito è rimasto in territorio positivo con 2,3 miliardi di euro. A livello settoriale, i finanziari hanno catturato quasi 500 milioni di euro di net new asset e il real estate 300 milioni di euro. I beni non ciclici hanno invece registrato deflussi per 186 milioni di euro.

Passando al reddito fisso, gli ETF sul debito governativo sono stati i più apprezzati con afflussi pari a 2 miliardi di euro. Gli investitori hanno privilegiato in particolar modo il debito dei mercati emergenti con 791 milioni di euro di net new asset, seguito dalle esposizioni corte statunitensi che hanno registrato afflussi per oltre 413 milioni di euro. Le obbligazioni societarie hanno attirato 955 milioni di euro di afflussi. Gli investitori continuano a essere esposti all’Eurozona, con oltre 1 miliardo di euro di net new asset. Le esposizioni obbligazionarie SRI hanno raccolto 444 milioni di euro in Europa. Gli investitori hanno inoltre privilegiato gli ETF Aggregate globali, che hanno raccolto oltre 600 milioni di euro.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com