Cerca nel Blog

ETF Smart Beta a ruba, +45% le masse gestite da inizio anno

Scritto il alle 12:22 da Redazione

I flussi verso il mercato europeo degli ETF Smart Beta si sono confermati estremamente vigorosi nel 2015. E’ quanto emerge dal del barometro mensile degli ETF Smart Beta curato da Lyxor. La raccolta netta di nuovi capitali (NNA) dei replicanti “strategia” nei primi 4 mesi dell’anno si è attestata a 2,2 miliardi di euro, più di metà dell’intera raccolta del 2014. Le masse in gestione totali in ETF Smart Beta si attestano così a 10,4 miliardi, in aumento del 45% rispetto alla fine del 2014, e quadruplicate dalla fine del 2013. Il Barometro mensile di Lyxor sottolinea come da inizio anno i flussi relativi agli ETF sono stati sostenuti in tutte e tre le categorie Smart Beta (Risk based, Fundamental e Factor al location) con gli ETF fundamental che hanno registrato gli afflussi più elevati nei primi 4 mesi dell’anno. Nella categoria risk based, gli ETF low volatility hanno continuato a registrare afflussi significativi, beneficiando delle valutazioni elevate dei mercati azionari dei Paesi sviluppati, mentre nell’universo factor allocation, gli ETF multifactor lanciati di recente iniziano a suscitare l’interesse degli investitori.
Le strategie d’investimento Smart Beta si basano su regole che non si fondano sulla capitalizzazione di mercato. Le strategie risk based sono basate sulla volatilità e su altri metodi quantitativi. Le strategie fundamental invece si basano sull’impronta economica di un’impresa (mediante coefficienti contabili) o di un Paese (mediante parametri macroeconomici). Infine, le strategie factor, che includono gamme omogenee di prodotti basati su singoli fattori e prodotti multifactor concepiti espressamente per la factor allocation.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
Ra­ting: 0 (Da 0 Voti)
Post Cor­re­la­ti
La­scia un com­men­to

Oc­cor­re aver fatto il Login per in­via­re un com­men­to.

...
Gia­co­mo Set­te­fi­chi

Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
...
Pa­squa­le Ti­to­la­re

E’ ini­zia­ti­va degli ul­ti­mi gior­ni quel­la del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, se­zio­ne di Mi­la­no, che re­ga­la ai nuovi tes­se­ra­ti con meno di 30 anni un bi­gliet­to di in­gres­so gra­tui­to al­l’e­spo­si­zio­ne uni­ver­sa­le. Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni – ac­com­pa­gna­ti o meno dagli edu­ca­to­ri – in­gres­so con scon­ti spe­cia­li.

...
Genny Sa­va­sta­no

Per i soci Mil­le­mi­glia Ali­ta­lia, in­ve­ce, lo scon­to pre­vi­sto è fino al 20%.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
*/ ?>
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

ETF Smart Beta a ruba, +45% le masse gestite da inizio anno

I flussi verso il mercato europeo degli ETF Smart Beta si sono confermati estremamente vigorosi nel 2015. E’ quanto emerge dal del barometro mensile degli ETF Smart Beta curato da Lyxor. La raccolta netta di nuovi capitali (NNA) dei replicanti “strategia” nei primi 4 mesi dell’anno si è attestata a 2,2 miliardi di euro, più di metà dell’intera raccolta del 2014. Le masse in gestione totali in ETF Smart Beta si attestano così a 10,4 miliardi, in aumento del 45% rispetto alla fine del 2014, e quadruplicate dalla fine del 2013. Il Barometro mensile di Lyxor sottolinea come da inizio anno i flussi relativi agli ETF sono stati sostenuti in tutte e tre le categorie Smart Beta (Risk based, Fundamental e Factor al location) con gli ETF fundamental che hanno registrato gli afflussi più elevati nei primi 4 mesi dell’anno. Nella categoria risk based, gli ETF low volatility hanno continuato a registrare afflussi significativi, beneficiando delle valutazioni elevate dei mercati azionari dei Paesi sviluppati, mentre nell’universo factor allocation, gli ETF multifactor lanciati di recente iniziano a suscitare l’interesse degli investitori.
Le strategie d’investimento Smart Beta si basano su regole che non si fondano sulla capitalizzazione di mercato. Le strategie risk based sono basate sulla volatilità e su altri metodi quantitativi. Le strategie fundamental invece si basano sull’impronta economica di un’impresa (mediante coefficienti contabili) o di un Paese (mediante parametri macroeconomici). Infine, le strategie factor, che includono gamme omogenee di prodotti basati su singoli fattori e prodotti multifactor concepiti espressamente per la factor allocation.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com