Cerca nel Blog

iShares si mette in pancia gli ETF Credit Suisse

Scritto il alle 09:58 da Redazione

L’inizio di luglio ha segnato il formalizzarsi di un importante cambiamento per il mercato europeo degli ETF con BackRock che ha finalizzato l’acquisizione della divisione ETF di Credit Suisse rafforzando la sua presenza soprattutto in Svizzera e ampliando l’offerta agli investitori da parte di iShares, la piattaforma ETF di BlackRock. L’apporto degli ETF di Credi Suisse, secondo quanto calcolato dalla società di ricerca indipendente ETFGI, porterà iShares a controllare quasi i tre quarti del totale del patrimonio degli ETF a replica fisica presenti in Europa. Prima del completamento dell’acquisto della divisione ETF di Credit Suisse, iShares vantava in Europa masse gestite peBlackRockr 152,3 mld di euro (dati al 31/5/2013).
A partire dal 1 luglio la società congiunta opera sotto il nome di iShares. Tutti i 58 ETF di Credit Suisse quotati sui vari mercati europei sono stati rinominati iniziando a negoziare come ETF di iShares nelle Borse ove tali fondi sono quotati. A livello pratico i codici ISIN e gli identificatori (es. il ticker Bloomberg) rimarranno invariati. iShares guadagna quota di mercato soprattutto in Svizzera: alla fine di maggio 2013, gli asset degli ETF Credit Suisse domiciliati in Svizzera erano pari a 7,7 miliardi di franchi (8,1 miliardi di dollari) suddivisi fra azioni, obbligazioni e oro. La nuova piattaforma gestisce una varietà di fondi ad alta liquidità che investono nei principali indici svizzeri, tra cui il benchmark SMI, gli indici Swiss Domestic Government Bonds (SBI), oltre agli ETF che investono in oro fisico. “Questa acquisizione ha unito due emittenti di ETF leader nel mercato che condividono la stessa cultura per l’innovazione responsabile e per prodotti di alta qualità, oltre all’impegno per lo sviluppo e l’espansione del mercato degli ETF”, ha commentato Joe Linhares, Responsabile di iShares per la regione EMEA.

In Italia sale a 137 il numero degli ETF targati iShares
Per quanto riguarda il mercato italiano, sull’ETFPlus di Borsa Italia risultano ora complessivamente 137 gli ETF che fanno capo a iShares in seguito al cambio di nome dei 49 ETF Credit Suisse.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags: , ,   |
Ra­ting: 0 (Da 0 Voti)
Post Cor­re­la­ti
La­scia un com­men­to

Oc­cor­re aver fatto il Login per in­via­re un com­men­to.

...
Gia­co­mo Set­te­fi­chi

Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
...
Pa­squa­le Ti­to­la­re

E’ ini­zia­ti­va degli ul­ti­mi gior­ni quel­la del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, se­zio­ne di Mi­la­no, che re­ga­la ai nuovi tes­se­ra­ti con meno di 30 anni un bi­gliet­to di in­gres­so gra­tui­to al­l’e­spo­si­zio­ne uni­ver­sa­le. Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni – ac­com­pa­gna­ti o meno dagli edu­ca­to­ri – in­gres­so con scon­ti spe­cia­li.

...
Genny Sa­va­sta­no

Per i soci Mil­le­mi­glia Ali­ta­lia, in­ve­ce, lo scon­to pre­vi­sto è fino al 20%.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
*/ ?>
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

iShares si mette in pancia gli ETF Credit Suisse

L’inizio di luglio ha segnato il formalizzarsi di un importante cambiamento per il mercato europeo degli ETF con BackRock che ha finalizzato l’acquisizione della divisione ETF di Credit Suisse rafforzando la sua presenza soprattutto in Svizzera e ampliando l’offerta agli investitori da parte di iShares, la piattaforma ETF di BlackRock. L’apporto degli ETF di Credi Suisse, secondo quanto calcolato dalla società di ricerca indipendente ETFGI, porterà iShares a controllare quasi i tre quarti del totale del patrimonio degli ETF a replica fisica presenti in Europa. Prima del completamento dell’acquisto della divisione ETF di Credit Suisse, iShares vantava in Europa masse gestite peBlackRockr 152,3 mld di euro (dati al 31/5/2013).
A partire dal 1 luglio la società congiunta opera sotto il nome di iShares. Tutti i 58 ETF di Credit Suisse quotati sui vari mercati europei sono stati rinominati iniziando a negoziare come ETF di iShares nelle Borse ove tali fondi sono quotati. A livello pratico i codici ISIN e gli identificatori (es. il ticker Bloomberg) rimarranno invariati. iShares guadagna quota di mercato soprattutto in Svizzera: alla fine di maggio 2013, gli asset degli ETF Credit Suisse domiciliati in Svizzera erano pari a 7,7 miliardi di franchi (8,1 miliardi di dollari) suddivisi fra azioni, obbligazioni e oro. La nuova piattaforma gestisce una varietà di fondi ad alta liquidità che investono nei principali indici svizzeri, tra cui il benchmark SMI, gli indici Swiss Domestic Government Bonds (SBI), oltre agli ETF che investono in oro fisico. “Questa acquisizione ha unito due emittenti di ETF leader nel mercato che condividono la stessa cultura per l’innovazione responsabile e per prodotti di alta qualità, oltre all’impegno per lo sviluppo e l’espansione del mercato degli ETF”, ha commentato Joe Linhares, Responsabile di iShares per la regione EMEA.

In Italia sale a 137 il numero degli ETF targati iShares
Per quanto riguarda il mercato italiano, sull’ETFPlus di Borsa Italia risultano ora complessivamente 137 gli ETF che fanno capo a iShares in seguito al cambio di nome dei 49 ETF Credit Suisse.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com