Cerca nel Blog

Viaggio a Oriente con gli ETF settoriali sugli emergenti asiatici

Scritto il alle 09:27 da Redazione

Sulla Borsa Italiana sono sbarcati i primi ETF, quotati da Lyxor lo scorso 14 aprile, che permettono di investire sui settori più dinamici dei mercati asiatici. Questi fondi a gestione passiva replicano gli indici settoriali che compongono il MSCI AC Asia ex Japan, un paniere costituito da oltre 600 azioni ad elevata capitalizzazione e liquidità quotate nelle Borse di 10 Paesi asiatici (con l’esclusione del Giappone): Cina, Hong Kong, India, Indonesia, Corea, Malesia, Filippine, Singapore, Taiwan e Thailandia. I 5 nuovi ETF coprono i comparti più promettenti dell’economia asiatica come quelli dei beni di consumo primari, dei servizi finanziari, della tecnologia, delle infrastrutture e dei materiali di base. Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Financial comprende le più importanti banche e assicurazioni dell’area. I primi 3 titoli del paniere sono istituti di credito cinesi: Industrial & Commercial Bank of China svetta con il 5,25%, seguita da China Construction Bank (4,92%) e da Bank of China (3,78%). Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Consumer Staples annovera le società attive nel settore dei beni di consumo primari e tra i titoli in portafoglio svettano ITC (6,68% del peso totale), Wilmar International (6,57%) e Shinsegae (5,99%). Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Information Technology racchiude le aziende specializzate nel campo della tecnologia. Tra le azioni maggiori sull’indice figurano Samsung (19,24% del peso), Taiwan Semiconductor Manufacturing (12,43%) e Hon Hai Precision Industry (7,16%). Gli investitori possono inoltre puntare sul Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Infrastructure Capped, che comprende le società attive nei trasporti e nelle telecomunicazioni, e sul Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Materials, che racchiude i big attivi nel business dei materiali di base.
La selezione delle azioni inserite negli indici settoriali MSCI AC Asia ex Japan avviene in relazione alla capitalizzazione di Borsa corretta sulla base del flottante. Questi indici sono di tipo total return, ossia i dividendi delle società vengono reinvestiti all’interno del fondo. Questi nuovi ETF prevedono un TER annuo pari allo 0,65 ed espongono l’investitore alle oscillazioni dei cambi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Viaggio a Oriente con gli ETF settoriali sugli emergenti asiatici, 2.0 out of 10 based on 1 rating
Ra­ting: 0 (Da 0 Voti)
Post Cor­re­la­ti
La­scia un com­men­to

Oc­cor­re aver fatto il Login per in­via­re un com­men­to.

...
Gia­co­mo Set­te­fi­chi

Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
...
Pa­squa­le Ti­to­la­re

E’ ini­zia­ti­va degli ul­ti­mi gior­ni quel­la del Par­ti­to De­mo­cra­ti­co, se­zio­ne di Mi­la­no, che re­ga­la ai nuovi tes­se­ra­ti con meno di 30 anni un bi­gliet­to di in­gres­so gra­tui­to al­l’e­spo­si­zio­ne uni­ver­sa­le. Ma anche la Chie­sa Cat­to­li­ca ha de­ci­so di ‘spo­sa­re’ la causa Expo 2015 e la Dio­ce­si di Mi­la­no mette a di­spo­si­zio­ne dei grup­pi di par­roc­chia­ni – ac­com­pa­gna­ti o meno dagli edu­ca­to­ri – in­gres­so con scon­ti spe­cia­li.

...
Genny Sa­va­sta­no

Per i soci Mil­le­mi­glia Ali­ta­lia, in­ve­ce, lo scon­to pre­vi­sto è fino al 20%.

Scrit­to il 11 Apri­le 2015 alle 17:44
*/ ?>
25 commenti Commenta

I commenti sono chiusi.

Viaggio a Oriente con gli ETF settoriali sugli emergenti asiatici

Sulla Borsa Italiana sono sbarcati i primi ETF, quotati da Lyxor lo scorso 14 aprile, che permettono di investire sui settori più dinamici dei mercati asiatici. Questi fondi a gestione passiva replicano gli indici settoriali che compongono il MSCI AC Asia ex Japan, un paniere costituito da oltre 600 azioni ad elevata capitalizzazione e liquidità quotate nelle Borse di 10 Paesi asiatici (con l’esclusione del Giappone): Cina, Hong Kong, India, Indonesia, Corea, Malesia, Filippine, Singapore, Taiwan e Thailandia. I 5 nuovi ETF coprono i comparti più promettenti dell’economia asiatica come quelli dei beni di consumo primari, dei servizi finanziari, della tecnologia, delle infrastrutture e dei materiali di base. Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Financial comprende le più importanti banche e assicurazioni dell’area. I primi 3 titoli del paniere sono istituti di credito cinesi: Industrial & Commercial Bank of China svetta con il 5,25%, seguita da China Construction Bank (4,92%) e da Bank of China (3,78%). Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Consumer Staples annovera le società attive nel settore dei beni di consumo primari e tra i titoli in portafoglio svettano ITC (6,68% del peso totale), Wilmar International (6,57%) e Shinsegae (5,99%). Il Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Information Technology racchiude le aziende specializzate nel campo della tecnologia. Tra le azioni maggiori sull’indice figurano Samsung (19,24% del peso), Taiwan Semiconductor Manufacturing (12,43%) e Hon Hai Precision Industry (7,16%). Gli investitori possono inoltre puntare sul Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Infrastructure Capped, che comprende le società attive nei trasporti e nelle telecomunicazioni, e sul Lyxor ETF MSCI AC Asia ex Japan Materials, che racchiude i big attivi nel business dei materiali di base.
La selezione delle azioni inserite negli indici settoriali MSCI AC Asia ex Japan avviene in relazione alla capitalizzazione di Borsa corretta sulla base del flottante. Questi indici sono di tipo total return, ossia i dividendi delle società vengono reinvestiti all’interno del fondo. Questi nuovi ETF prevedono un TER annuo pari allo 0,65 ed espongono l’investitore alle oscillazioni dei cambi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Viaggio a Oriente con gli ETF settoriali sugli emergenti asiatici, 2.0 out of 10 based on 1 rating
25 commenti Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews
Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com