Cerca nel Blog

Commenti Yellen hanno riattivato afflussi su ETP oro, bene anche rame e caffè

Scritto il alle 17:05 da Redazione

La scorsa settimana sono ripresi gli afflussi netti positivi sugli ETP sull’oro dopo i commenti accomodanti da parte della presidente della Fed Yellen che hanno aiutato l’oro a segnare il suo massimo aumento trimestrale (16,1%) in 30 anni. I commenti della presidente della Fed Yellen all’inizio della scorsa settimana hanno lasciato intendere una più cauta traiettoria politica, portando afflussi verso gli ETP sull’oro a 96,7 milioni di dollari americani. Il Commodity ETP Weekly di ETF Securities mette in evidenza come “il ritmo positivo nei dati sugli stipendi fornisca la prova di una resilienza economica che potrebbe consentire alla Federal Reserve di alzare i tassi di interesse più spesso del previsto, evitando in tal modo un errore di politica”. In scia all’oro afflussi anche sugli ETP sull’argento, per la sesta settimana consecutiva per un valore di 9,2 milioni di dollari americani.

Dopo quattro settimane consecutive di deflussi, gli ETP sul WTI hanno ricevuto una raccolta positiva del valore di 19,9 milioni di dollari americani. Questo riflette il declino della produzione di greggio degli Stati Uniti per il quarto mese consecutivo. “Ci aspettiamo – si legge nella nota settimanale di ETF Securities – che questo declino continui dato che le attività di perforazione sono state poco brillanti con il 30% piattaforme petrolifere attive nel corso delle ultime 14 settimane. D’altra parte la produzione di petrolio da parte dell’OPEC è aumentata di 100.000 barili al giorno a marzo a causa di Iran e Iraq”. La pre-condizione tracciata dall’Arabia Saudita per congelare l’output a patto che l’Iran e altri grandi produttori facciano lo stesso sta creando dubbi sulla capacità di queste nazioni di raggiungere un accordo nella prossima riunione di Doha in programma il 17 aprile. “Ci aspettiamo che i prezzi del petrolio saranno scambiati in un range volatile a causa dell’astioso processo decisionale sulla riduzione dei limiti massimi di produzione di petrolio da parte dell’OPEC anche se il calo della produzione di petrolio degli Stati Uniti può contribuire ad alleviare la caduta netta dei prezzi”.

Gli ETP sul rame hanno attirato 10,2 milioni di dollari di afflussi in un periodo di calo della produzione in Cile. Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica (INE) del Cile (il più grande produttore di rame del mondo), circa 450.000 tonnellate di rame sono state prodotte nel mese di febbraio, segnando un calo del 7% della produzione per i primi due mesi dell’anno. Gli ETP sul caffè registrano 5,7 milioni di dollari americani di afflussi a causa della siccità. Le probabilità di un deficit nel raccolto del caffè stanno aumentando a causa delle condizioni di siccità in corso in Vietnam, Colombia e in alcune parti del Brasile. È interessante notare che il recente apprezzamento delle valute del produttore nei confronti del dollaro statunitense sta fornendo qualche sollievo alla pressione sui prezzi affrontata nel mercato internazionale, tuttavia non vi è alcuna garanzia di quanto ciò possa durare.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Consulta l’archivio ETFNews

Iscriviti all’ETF News

Per ricevere la rubrica settimanale sulla tua email clicca qui per registrarti

App per iPad gratuita

Vai su Itunes e scarica l'app di EtfNews. Resta sempre aggiornato consultando anche lo storico del magazine. All'interno anche il flusso notizie di Finanza.com