Semestre record per gli ETF, cresce la voglia di emergenti

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF

Nel secondo trimestre l’industria degli ETF ha messo il piede sull’acceleratore con afflussi per oltre 90 miliardi di dollari, segnando il miglior trimestre dal 2009. Poderosa crescita che ha portato il totale delle masse gestite ai nuovi livelli record. Secondo quanto riportato dal Global ETF and ETP industry insights report di ETFGI a fine giugno risultano 2,64 mila miliardi di dollari masse gestite Considerando i primi 6 mesi dell’anno gli afflussi sono stati pari a 126,6 miliardi, superando il precedente record semestrale che risaliva al 2012. A trainare la crescita, soprattutto a giugno, sono stati ancora una volta gli afflussi sui replicanti legati a Wall Street, ma importanti afflussi sono arrivati da tutte le principali asset class con reddito fisso, azionario europeo, azionario giapponese ed equity globale ex-Usa che sono stati contributori maggiori nei primi sei mesi dell’anno. Semestre boom confermato anche dai dati dell’ETP Landscape – Industry Highlights di BlackRock che rimarca come gli afflussi da inizio anno sono stati superiori di ben il 25 per cento rispetto all’analogo trimestre del 2013. La parte del leone ancora una volta l’hanno fatta i flussi sui prodotti azionari, che superano gli 80 mld (82,6 mld) nel primo semestre con 30,9 miliardi sull’equity Usa e 21 mld su quello europeo. Nonostante la frenata di giugno, con solo +0,4 mld, il reddito fisso ha archiviato il semestre con afflussi per 40,3 mld rispetto ai soli 17,8 mld di tutto il 2013. A giugno boom di afflussi su Wall Street ed emergenti Nel corso del secondo trimestre dell’anno si è progressivamente accentuato il ritorno di fiamma sugli ETF emergenti che con l’avanzata dell’ultimo mese hanno riportato in territorio positivo il saldo 2014 dopo un inizio d’anno alquanto difficile. “Agli investitori hanno investito molto in esposizioni azionarie con i mercati emergenti e gli Usa che costituiscono le allocazioni preferite – commenta Deborah Fuhr, Managing Partner di ETFGI – . A livello internazionale, i mercati sviluppati hanno guadagnato il 2% e i mercati emergenti sono in crescita del 4%. L’andamento positivo del mercato azionario ha contribuito a migliorare la fiducia degli investitori nel corso del primo semestre”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

I commenti sono chiusi.