A Milano i primi ETF su Bond in franchi svizzeri

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF

Al debutto a Milano due nuovi ETF proposti da UBS Global Asset Management. Si tratta di due strumenti che offrono per la prima volta agli investitori domiciliati al di fuori della Svizzera di prendere un’esposizione diversificata a obbligazioni in franchi svizzeri di emittenti esteri mediante ETF conformi alla direttiva OICVM. I nuovi UBS ETF replicano l’andamento di due sottoindici del Swiss Bond Index (SBI) Foreign AAA-BBB fornendo quindi esposizione a un paniere diversificato di titoli di Stato, bond corporate e di organizzazioni sovranazionali di emittenti esteri (cioè non svizzeri) investment grade ed espressi in franchi svizzeri. “Abbiamo deciso di ampliare la nostra gamma di ETF obbligazionari, consapevoli della forte importanza che la componente fixed income ha nei portafogli degli investitori italiani”, ha commentato Simone Rosti, responsabile Italia di UBS ETF.

Scelta tra differenti duration
A differenziare le due nuove proposte dell’emittente svizzera è la diversa durata residua delle obbligazioni che compongono gli indici replicati. L’UBS ETF SBI Foreign AAA-BBB 1-5 OICVM ETF (CHF) A-dis replica l’andamento di un indice composto da circa 400 emissioni obbligazionarie con durata residua tra 1 e 5 anni, una duration media di 3,47 e un rendimento a scadenza dello 0,79%. L’UBS ETF SBI Foreign AAA-BBB 5-10 OICVM ETF (CHF) A-dis invece replica l’andamento di un indice composto da circa 250 bond con durata residua compresa tra 5 e 10 anni, duration media del 7,55 e un yield to maturity dell’1,36%. Per entrambi il Ter annuo risulta pari allo 0,2% e lo stacco delle cedole avviene con cadenza semestrale. La metodologia di replica risulta replica fisica e non è prevista l’attività di prestito titoli. L’attività di market maker è garantita da Commerzbank e la valuta di negoziazione su Borsa Italiana è l’Euro.
“Questa quotazione – rimarca Simone Rosti – conferma l’obiettivo di UBS di mettere a disposizione degli investitori strumenti innovativi, efficienti nella replica, poco costosi e adatti alle loro esigenz”. La scelta di lanciare strumenti innovativi, che permettono di prendere posizione su indici non ancora replicati da altri competitor faciliterà la nostra penetrazione sul mercato italiano, che è particolarmente strategico per la ulteriore crescita degli asset in gestione”. UBS ad oggi risulta il quarto player a livello europeo nel mercato degli ETF con oltre 10 miliardi di euro in gestione (dato aggiornato al 30/07/2013) e una nuova raccolta che da inizio anno si attesta a 807 milioni.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

I commenti sono chiusi.