Replicanti sul debito tricolore, nuova veste per il Lyxor ETF sui Bot

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF

Nonostante il contesto economico ancora altamente avverso, l’Italia sta dimostrando di aver ritrovato una piena credibilità agli oggi degli investitori internazionali. L’esito incerto delle elezioni di febbraio non ha portato al riaccendersi della spia rossa alla voce spread Btp/Bund e negli ultimi mesi le aste statali hanno visto la carta italiana suscitare un elevato interesse con rendimenti di assegnazione che si sono ormai stabilizzati sui minimi storici per quanto concerne la parte corta della curva dei tassi. Il prossimo passo, come sottolineato settimana scorsa dal governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, sarà tornare a premere sull’acceleratore per riformare profondamente il Paese al fine di ridare slancio a un’economia reduce da sette trimestri consecutivi di contrazione.

Frecce TricoloriIl ritrovato appeal dei titoli di Stato italiani è testimoniato dalle solide performance nell’ultimo anno degli ETF legati al debito tricolore. In particolare saldo positivo a doppia cifra per il db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy Aggregate ETF (+11,06%) composto da un mix di BOT, BTP, CCT; meglio ha fatto il db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BTP ETF (+13,54%). Sul mercato ETFPlus complessivamente sono sei gli ETF proposti da diversi emittenti (Deutsche Bank, Lyxor e iShares) che permettono di prendere posizione sul debito tricolore a cui si aggiungono due ETF strutturati long e short (entrambi a leva due) sul future Btp proposti da Lyxor. Non va dimenticato che questi ETF godono di una fiscalità agevolata al 12,5% in quanto il suo patrimonio è interamente investito in titoli di stato italiani.

Cambia il sottostante del Lyxor ETF sui Bot
Settimana scorsa intanto ha cambiato veste il Lyxor ETF sui titoli di stato italiani a breve scadenza. A partire dal 30 maggio infatti il nome dell’ETF passa da Lyxor ETF Bot 6M a Lyxor Ucits ETF Bot MTS ex Bank of Italy con un nuovo indice sottostante, l’MTS Italy BOT Ex-Bank of Italy che ha preso il posto dell’MTS Italy MTS Italy Treasury BOT 6 Months. Tutte le altre caratteristiche dell’ETF rimarranno invariate (codice di negoziazione e commissioni di gestione). Il nuovo indice si espone a 20 Bot negoziati sulla piattaforma MTS con scadenza tra 0 a 12 mesi, mentre il  precedente benchmark comprendeva quelli con scadenza tra 2 e 12 mesi. La sua durata finanziaria (duration) è di circa 5 mesi con un rendimento superiore rispetto a titoli di stato equivalenti o, addirittura, con durate finanziarie superiori di paesi quali Germania, Francia e Stati Uniti. “In Italia il nuovo benchmark del Lyxor ETF sui BOT – commenta Marcello Chelli, referente per i Lyxor ETF in Italia – è dal 1990 l’indiscusso standard di mercato ed oggi viene utilizzato da circa 140 fondi, con un patrimonio totale di 50 miliardi di Euro. Tale modifica, pertanto, offre ulteriori potenzialità di raccolta per lo strumento che, a pochi mesi dal lancio, ha già un patrimonio di oltre 100 milioni di euro”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

I commenti sono chiusi.