Volo tricolore con un nuovo ETF sui Btp

  • Print
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • PDF

I dettagli del piano Bce per normalizzare i rendimenti sul mercato obbligazionario europeo hanno dato nuova linfa al recupero dei Btp con i rendimenti del decennale italiano scesi ai minimi a oltre 5 mesi, poco oltre la soglia del 5%. Ritorno di fiducia circa le prospettive della crisi che stimola gli emittenti di ETF a proporre agli investitori nuove soluzioni per implementare le strategie di portafoglio. E’ del 3 settembre il lancio in Italia dell’iShares Barclays Italy Treasury Bond ETF. “C’è una tendenza verso un investimento obbligazionario sempre più mirato e volto a cogliere opportunità su specifici mercati e segmenti – commenta Emanuele Bellingeri, responsabile di iShares per l’Italia – e in questo quadro si inserisce il lancio dell’iShares Barclays Italy Treasury Bond ETF”. “In generale – prosegue Bellingeri – la possibilità di prendere posizioni sul debito dei singoli Paesi della zona euro consente un’esposizione più allineata alle aspettative di rischio e rendimento dell’investitore. Infatti, gli ETF possono essere utilizzati per sovra o sotto pesare le obbligazioni in portafoglio in base al paese emittente, nonché per implementare efficientemente le scelte di allocazione strategiche”.

Cedola semestrale e replica fisica a campionamento
Il nuovo fondo di iShares, che da maggio era già quotato a Londra, offre un accesso diversificato alle obbligazioni governative italiane con una scadenza residua di almeno un anno e con un ammontare minimo di capitale in circolazione di 300 milioni di euro. Attualmente sono 41 le emissioni presenti nell’indice con una scadenza media di 8,45 anni. Pertanto questo ETF risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse dell’Eurozona e dell’aumento della percezione del rischio Italia.
E’ prevista la distribuzione dei proventi, pertanto saranno distribuiti agli investitori (semestralmente) sotto forma di dividendi. La replica fisica è “ottimizzata”, ossia riproduce l’indice attraverso l’acquisto di una selezione dei titoli che lo compongono con il campionamento dei titoli da acquistare che avviene in funzione di un’analisi di ottimizzazione di portafoglio basata su modelli matematici (tale tecnica può includere il ricorso a strumenti finanziari derivati nel limite del 10% delle attività).
Sul mercato ETFPlus erano già presenti 3 ETF promossi da Deutsche Bank che permettono di prendere posizione su incidi composti da Bot (db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BOT ETF), Btp (db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BTP ETF) o da un mix di BOT, BTP, CCT e CTZ (db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy Aggregate ETF).

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

I commenti sono chiusi.